Scegliere dove costruire casa

Come scegliere dove costruire una nuova casa

terreno edificabile

Nella vita di ognuno, arriva il momento in cui la scelta di una nuova casa diventa inevitabile. Chi per motivi lavorativi, altri in vista di una famiglia in allargamento: i motivi che spingono le persone a costruire una nuova casa o a ristrutturare un alloggio sono tanti e totalmente differenti in relazione alle varie situazioni. Si tratta di progetti importanti, che riguardano un periodo decisamente lungo della nostra vita; per questo motivo è bene che la scelta venga compiuta analizzando tutte le varie possibilità che caratterizzano la costruzione di una casa.

Da dove partire quindi se si sta pensando di costruire una casa?

Le informazioni da raccogliere sono molte e i vincoli a cui adempiere altrettanti. Chi chiamare e da dove partire per trovare il luogo giusto dove costruire la propria casa? 
Ci troviamo in un mondo tecnologicamente sviluppato che è in grado di offrirci un'infinità di soluzioni, grazie a servizi e tecnologie che ci affiancano nella vita di ogni giorno. Internet è il primissimo esempio, fonte utilizzabile trasversalmente e raccoglitore di ogni tipologia di informazione.

Come scegliere il luogo ideale per la costruzione della nostra casa?

La scelta del luogo su cui verrà costruita la casa è importante sotto un duplice aspetto. Distinguiamo quindi le condizioni riguardanti le condizioni fisiche propriamente dette del terreno e l'ambiente socioeconomico che, una volta costruita la casa, caratterizzerà quell'ambiente. Per quanto riguarda la prima distinzione, è bene analizzare le informazioni che riguardano la dimensione, la forma, la pendenza e la consistenza del terreno. Il rispetto di standard di qualità riferiti a questi concetti garantiscono una scelta ottimale del luogo su cui erigere la propria casa. Per fare un esempio, la realizzazione di un edificio su un terreno in pendenza comporterebbe dei costi ulteriori a causa delle difficoltà causate al cantiere, oltre alla riduzione del giardino utilizzabile. Fondamentale quindi è l'analisi di tutte le condizioni fisiche del terreno con l'ausilio di un esperto, in modo da sfruttarlo in modo ottimale con costi inferiori.
La seconda parte invece riguarda l'ambiente che circonderà l'abitazione una volta ultimata la costruzione. La scelta, in questo caso, riguarda sostanzialmente le preferenze personali. La scelta del luogo di costruzione sarà quindi influenzata dalla posizione all'interno del comune, dalla distanza dai centri abitati, dai paesaggi che circondano il terreno o dall vicinanza a luoghi naturali/culturali di interesse. Per una scelta ottimale, bisogna considerare pregi e difetti di ogni caratteristica: un'abitazione distante dal centro abitato è decisamente scomoda se necessitiamo dei servizi presenti nel comune; tuttavia è una condizione a cui possiamo rinunciare se la casa è situata in un contesto naturalistico particolarmente caratteristico. Altro vantaggio è il basso tasso di criminalità nelle case distanti dai centri abitati. 

Chi chiamare quindi per un'ottima scelta del terreno su cui costruire?

Abbiamo visto che condizioni sfavorevoli possono comportare costi maggiori. Diversi sono gli specialisti in grado di effettuare un'attenta analisi delle condizioni del terreno, come ad esempio un'impresa edile.

Per chi una casa ce l'ha già e ha optato per una ristrutturazione del locale, possiamo prendere in considerazione diversi fattori. Ad esempio la vivibilità del locale: se i lavori di ristrutturazione riguardano la gran parte dell'edificio, la vita diventa impossibile a causa delle polveri, dei rumori e dei frastuoni. Conviene quindi trovare una sistemazione temporanea, onerosa o meno, che ci permetta di fare sonni tranquilli. Se invece la ristrutturazione riguarda una piccola parte del locale come una stanza, una cantina o il giardino, è possibile convivere tranquillamente con la ristrutturazione e aspettare, con tanta pazienza, il termine dei lavori di ristrutturazione.

Oltre al luogo della costruzione, è importante considerare le procedure, gli enti e le persone coinvolte in un ampio progetto come quello della costruzione di una casa.
I soggetti coinvolti nella costruzione di una casa sono molti e talvolta mal dislocati territorialmente. Dopo aver affidato ad un tecnico abilitato la realizzazione di un progretto, quest'ultimo deve essere controllato e convalidato dagli uffici tecnici del comune territorialmente competente e deve essere infine sottoposto alla commissione edilizia. Svariate sono anche le condizioni da rispettare se la costruzione viene realizzata all'interno di un centro urbano o, ad esempio, in una zona rurale. Dopo aver ottenuto la concessione edilizia da parte della commissione possiamo realmente iniziare a pensare alla realizzazione della casa. Considerevoli sono i costi riferiti alla costruzione fisica della casa, ma non solo: anche agli oneri che riguardano la parte burocratica, la progettazione e l'ottenimento della concessione sono sostanziosi. È importante analizzare molto bene la situazione prima di dare vita al progetto, analizzando l'ipotetico costo finale con diversi preventivi.

Costruire una nuova casa è un passo importante per ognuno di noi; scegliere il luogo adatto e affidarci a personale qualificato per farlo è la miglior scelta che possiamo fare per la nostra vita.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di piĆ¹ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.